Pagine

lunedì 29 settembre 2014

Dopo anni di propaganda mediatica porno-mercantile,l'umanità è divenuta un’altra specie









Sappiamo per esperienza di vita vissuta che le differenze generazionali allontanano i giovani dai vecchi, le differenze di genere rendono le donne uniche rispetto agli uomini, le differenze culturali, a parità di età e di genere, dividono gli asiatici dagli europei. E’ questo un mosaico elementare le cui tessere – i giovani e i vecchi, gli uomini e le donne, i bianchi e i neri, gli asiatici e gli europei – compongono l’umanità. Anche se le generazioni successive sono diverse dalle precedenti, le donne sono diverse dagli uomini, gli asiatici sono diversi dagli europei, i neri dai bianchi, la specie è sempre la stessa, non cambia. Qualcuno può esaltare la razza, altri esprimono un razzismo più sottile, culturale e non biologico, o addirittura generazionale, altri possono sentirsi superiori a chi ha un’educazione modesta o un ruolo sociale meramente esecutivo, ma la specie è la stessa per tutti.

venerdì 26 settembre 2014

PEDOFILIA RITUALE SATANICA: MAFIA, SETTE E SERVIZI SEGRETI














Ogni anno molti bambini scompaiono, molte di queste scomparse sono dovute a reti pedofili che esistono a livello internazionale. Sul sito http://www.gennariodestfano.it/art347.asp si denuncia l’esistenza di un’organizzazione europea che si occupa di trovare bambini per le voglie di maniaci. Michel Nihoul uno degli imputati con Marc Dutroux, nel processo per i terribili fatti di Marcinelle, aveva il compito di trovare le vittime minorenni, le quali erano poi utilizzate per le riprese più abiette,in seguito distribuiva le videocassette, arricchendosi. Quest’essere schifoso veniva spesso in Italia, in particolare in Toscana, dove incontrava i “clienti”, (ma sarebbe meglio dire i maiali).

Questa denuncia fu fatta nel 1996 durante le manifestazioni organizzate a Parigi in occasione della prostituzione minorile e a comunicare l’incredibile notizia questa notizia è stata la signora Sophie Wirtz, che era a capo della sezione belga Movimento del nido. La signora Wirtz disse: “Non si è ancora toccato il fondo dell’orrore in questa tragedia da due anni continuiamo a dire che le cassette video che fanno vedere la morte in diretta di bambini circolano in Belgio e temo che nell’affare Dutroux ci si orienti proprio verso questo genere di nefandezze”.

martedì 23 settembre 2014

I Tg italiani,agenzie per la manipolazione delle masse














 

Nota personale:
Dopo l'era della manipolazione religiosa,con le nuove tecnologie si è entrati in una nuova sfera della manipolazione,quella appunto mediatica.
Non a caso la parola media,significa medium,coloro che nell'antichità mediavano tra gli uomini e gli dei,e avevano capacità di lanciare maledizioni o incantesimi contro gli avversari;in effetti la stretta delle religioni si è solo evoluta in un aspetto ancora più persuasivo,alla quale è subentrato al misticismo e la superstizione yavheica,non più idoneo a favorire la nascente sub-cultura porno-mercantile,il consumismo e il materialismo,che mira invece a svuotare da ogni valore morale o etico,e gettare nel puro relativismo autodistruttivo,nell'edonismo vizioso e nella autodistruttivita spacciata per libertà,quindi le masse non più assogettate alla superstizione,o alla violenza,ma sottomesse alla dipendenza e al ricatto.

La Falsa Leggenda del “Nonno Ebreo” di Adolf Hitler










La Falsa Leggenda del “Nonno Ebreo” di Adolf Hitler
Come e perché è iniziata, e i motivi per cui è falsa.
di Carolyn Yeager



La voce di corridoio secondo la quale Adolf Hitler era il nipote di un Rothschild sembra essere stata partorita dalla mente di un propagandista cripto-Ebreo al servizio della prima agenzia unificata di intelligence Statunitense, l’Office of Strategic Services (OSS). Non molto tempo dopo, un’ex alto ufficiale NazionalSocialista, in attesa della sua esecuzione, “confessò” di aver scoperto un “nonno Ebreo” nella genealogia di Hitler. Queste invenzioni sono state accuratamente smontate, e la vera storia del background familiare di Hitler è raccontata qui di seguito.

lunedì 22 settembre 2014

L'elite non teme queste rivoluzioni







Troppo ingenui,forse troppo stupidi,troppo pacifisti,troppo manovrabbili,troppo inclini al sistema consumistico,troppo borghesi,troppo viziati,troppo codardi,troppo deboli,troppo ubriachi di democrazia, per poter capire come agire e con chi hanno a che fare.Essi non hanno le chiavi per sferrare l'attacco giusto.

white wolf





Movimenti e nuovi populismi non vogliono cambiare il sistema. "Per fortuna sono proteste senza progetto politico", dichiara il think-tank global dei 'poteri forti' Aspen Institute.

ROMA (WSI) - Secondo gli illuminati ed elite del mondo "rivolte come queste non devono fare paura". Uno studio pubblicato di recente fornisce lo sguardo dei padroni del mondo nel trattare le rivolte degli ultimi anni, come se fossimo giunti alla fine di un’epoca fondata sui diritti, scrive il giornale comunista Contropiano, citando l'ultima ricerca dell'Aspen institute, organizzazione che orienta la leadership mondiale.

GEOPOLITICA:L’Ungheria di Orban caccia a calci in culo i massoni dalla nazione.Emette moneta senza debito









Nota personale:
Mentre in Europa la sinistra radical chic,i fedeli servi dei banchieri internazionalisti,stanno devastando il continente europeo e i suoi popoli,eseguendo a comando e senza ritegno,gli ordini dell'elite finanziaria judea,da cui non si chiede austerità e distruzione di ogni diritto acquisito,ma il vero progetto è l'esecuzione sommaria delle popolazioni,cosa che sta accadendo in modo graduale,e senza sparare un colpo per adesso,perché potrebbe risvegliare istinti di sopravvivenza che la propaganda mediatica ha fatto in modo che venissero assopiti.
Ma nonostante questo cresce la protesta e la ribbelione spontanea di interi popoli,che risvegliati bruscamente dal torpore a cui sono stati sottomessi dopo la seconda guerra mondiale,riescono a vedere il vero volto del nemico dell'intera umanità,e questo volto è demoniaco.

giovedì 18 settembre 2014

Accusato di pedofilia rituale il padre di Nicole Kidman,dopo viene trovato morto










Il dottor Antony Kidman, padre della stella del cinema Nicole, è morto Venerdì 12 Settembre dopo che, accusato di abusi sessuali e omicidi di bambini in un circolo di pedofili d’élite di Sydney, è fuggito dall’Australia. Un mese prima, Fiona Barnett, aveva presentato, presso le forze di polizia australiane e la Child Abuse Royal Commission, una denuncia relativa alle aggressioni sessuali e fisiche subite da Kidman durante tutta la sua infanzia.

Quando la Commissione ha avviato l’indagine, Kidman, dopo 43 anni, ha improvvisamente lasciato l’Università di Tecnologia di Sydney ed il Royal North Shore Hospital per fuggire a Singapore e rimanerci fino alla morte. La famiglia ha rifiutato di commentare e la polizia di Singapore ha aperto un’inchiesta su quella che ha definito: una morte innaturale.

mercoledì 17 settembre 2014

LA SOCIETA' THULE









La Thule Gesellschaft fu fondata il 17 agosto 1918 da Adam Alfred Rudolf Glauer (alias Erwin Torre) che assunse, a seguito di una contestata adozione, il nome di Rudolf "Freiherr" (Barone) von Sebottendorff (o von Sebottendorf), dopo che aveva aderito, infondendovi nuova linfa, ad un'altra società occulta: il Germanenorden.  
Il Germanenorden, fondato nel 1912, aveva come leader Philip Stauff, ma il menbro membro più eminente era, appunto, Rudof Glauer, che era entrato a farne parte nel 1916, "mettendosi a capo di un'ala segreta antisemita dedita a combattere l' 'alleanza segreta ebraica'."

lunedì 15 settembre 2014

Il Regno del Re del Mondo









Secondo l’ipotesi di vari ricercatori, l’origine del fenomeno ufologico potrebbe non essere solo extraterrestre ma, almeno una buona parte dei mezzi a propulsione antigravitazionale  che si manifestano nei cieli del nostro pianeta, potrebbero provenire proprio dalla Terra, non dalla superficie ma dal suo interno, dalla grande cavità che si ritiene sede del grande continente di Agartha e dall’immensa rete di tunnel e gallerie che percorrono il sottosuolo del pianeta creando una vera e propria rete di comunicazione tra l’interno e l’esterno della Terra.

venerdì 12 settembre 2014

Gli espulsi delle Scuole Misteriche








Quando non il profano, ma il senza anima si avvicina alla conoscenza segreta,questo può solo divenire un indegno,e le sue opere sono sempre e solo opere donnose.
white wolf



La parola “Illuminati” è diventata un termine generico per indicare i reggenti “de facto” del Pianeta Terra. La definizione è fondamentale perché le parole “Cospirazione” e “Illuminati” sono diventate, esse stesse, termini codificati per le macchinazioni occulte (nascoste) dei Poteri Forti. Con l’avvento di internet, quella che una volta era considerata “conoscenza esoterica” è ora consultabile da tutti. Anche i cowans – un termine dispregiativo massonico per i non iniziati – e i goys – un termine dispregiativo yiddish per i non ebrei – stanno cominciando ad apprendere i rituali di magia nera praticati dagli illuminati in tutto il pianeta.

Gli Illuminati sono coloro che controllano le infrastrutture politiche, economiche e sociali del pianeta. Secondo i loro ragionamenti, si considerano gli (auto) proclamati governanti del Pianeta Terra. Chiamati anche “Olympians” (dei dell’Olimpo) e “Vento Conquistatore dei Moriah”, gli Illuminati sono una “rete” di “linee di sangue” interconesse che si definiscono “La Famiglia” o “La Cerchia”. Il satanismo intergenerazionale, o, più precisamente, il culto di Lucifero, rappresenta la loro struttura di credenze primaria.

COME GLI EBREI OTTENNERO IL CONTROLLO DELLA GRAN BRETAGNA












Gli ebrei vogliono farci credere che la loro espulsione dall’Inghilterra da parte di Edoardo I (che regnò dal 1272-1307) sia dovuta alla loro attivitá di prestito di denaro. La vera ragione è dovuta al reato di omicidi rituali di sangue degli ebrei.

Lo storico cristiano ortodosso del V secolo, Socrate Scolastico, nella sua Storia Ecclesiastica, 7:16, racconta un episodio di ebrei che uccidono un bambino cristiano:
- “In un luogo vicino ad Antiochia in Siria, gli ebrei, in derisione della Croce e di coloro che ripongono la loro fede nel Crocifisso, sequestrarono un ragazzo cristiano, e, dopo averlo legato a una croce, cominciarono a ridere di lui. In poco tempo si lasciano trasportare dalla furia e flagellano il bambino fino alla sua morte per mano loro. “-

giovedì 11 settembre 2014

DON JUAN: I 4 NEMICI NATURALI DELL'UOMO









I QUATTRO NEMICI NATURALI DELL'UOMO SECONDO DON JUAN:
LA PAURA, LA LUCIDITA', IL POTERE, LA VECCHIAIA

 Citazione di Carlos Castaneda dal Libro
GLI INSEGNAMENTI DI DON JUAN



CARLOS CASTANEDA





DON JUAN: «Quando un uomo comincia a imparare, non sa mai con chiarezza quali sono i suoi obiettivi. Il suo scopo è imperfetto; il suo intento è vago. Spera in una ricompensa che non si concreterà mai, perché non sa nulla delle difficoltà dell'imparare. Comincia lentamente a imparare, dapprima a poco a poco, poi a grandi passi. E presto i suoi pensieri entrano in conflitto. Quello che impara non è mai quello che ha sperato o immaginato, e così incomincia ad aver paura. Imparare non è mai quello che ci si aspetta. Ogni passo dell'imparare è un compito nuovo, e la paura che l'uomo prova comincia a salire implacabilmente, inflessibilmente. Il suo scopo diventa un campo di battaglia. E così si è imbattuto nel primo dei suoi nemici naturali: LA PAURA! Un nemico terribile, traditore, e difficile da superare. Si tiene nascosto a ogni svolta della strada, in agguato, aspettando. E se l'uomo, atterrito dalla sua presenza, fugge, il nemico avrà messo fine alla sua ricerca.»

mercoledì 10 settembre 2014

GLI PSICOPATICI CHE GUIDANO GLI USA E LA NATO,CI STANNO PORTANDO ALLA GUERRA NUCLEARE















di Paul  Craig Roberts

Herbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin,. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Come il folle Meyer spiega, il delirio che Washington ha diffuso nel mondo non ha limiti. Jose’ Manuel Barroso, messo alla presidenza della Commissione Europea come burattino degli USA, ha dissimulato la sua recente telefonata confidenziale con il presidente Putin dicendo ai media che Putin aveva lanciato la sua minaccia: “Se volessi, potrei prendermi Kiev in due settimane”.

LE CARTE SEGRETE DEL TRADIMENTO DEI SAVOIA E DI BADOGLIO: L'ITALIA DOVEVA PERDERE LA GUERRA






Il Maresciallo Pietro Badoglio,Vittorio Emanuele III,Winston Churchill.




di Gianni Lannes





Le carte segrete anglo-americane, parlano chiaro: i Savoia e Badoglio (artefice della disfatta di Caporetto) avevano già svenduto l’Italia ai cosiddetti “alleati” un anno prima. E infatti il 3 settembre del ’43 fu firmato l’armistizio corto, poi il 29 settembre la resa incondizionata.




martedì 9 settembre 2014

L'antropologo Semir Osmanagich:“La storia umana è completamente da riscrivere”








L’antropologo americano, Dott. Semir Osmanagich, fondatore del Parco Archeologico Bosniaco, il sito archeologico più attivo del mondo, dichiara che le prove scientifiche, ‘inconfutabili’, venute alla luce, sull’esistenza di antiche civiltà con tecnologia avanzata, non ci lasciano altra scelta se non quella di riscrivere la nostra storia. Un attento esame, sull’età di alcune strutture sulla Terra, rivela definitivamente che sono state costruite da civiltà avanzate di oltre di oltre 29.000 anni fa.


I danni dell'americanismo








Nei primi decenni del Novecento l’ingegnere americano Taylor promuove la razionalizzazione scientifica dell’organizzazione del lavoro che, negli anni Trenta, il produttore di automobili Henry Ford, con la sua politica economica e industriale, perfeziona e radicalizza, favorendo lo sviluppo industriale e capitalistico statunitense. 

Dalla fabbrica lo sviluppo taylorista investe l’intera società americana e diventa un modo di fare e pensare la vita: l’americanismo. Già Gramsci (1891 – 1937), nel Quaderno 22 dal carcere, definiva l’americanismo novecentesco una rivoluzione passiva, la cui l’egemonia non si limitava al controllo produttivo in fabbrica ma tendeva a occupare la società civile a tutti i livelli, morale, culturale e politico.

lunedì 8 settembre 2014

Gli USA-SION hanno creato l’ISIS per promuovere i loro piani nel medioriente










Gli USA necessitano della minaccia del gruppo terrorista ISIS (Daesh in arabo) per promuovere i loro piani di intervento nel Medio Oriente, lo ha dichiarato un esponente di un conosciuto movimento per la pace statunitense.
“Abbiamo ragione di ritenere che la finalità di affrontare le minaccia dell’ISIL non è realmente uno degli obiettivi reali della strategia degli USA”, ha sottolineato Rick Rozoff, il fondatore dell’organizzazione Stop NATO nel corso di una intervista concessa il Sabato alla catena televisiva “Press TV”.

Le Tappe Storiche della Distruzione dell'Italia





Le tappe fondamentali dell'accerchiamento dell'Italia,dal 1945 in poi,da quando siamo stati invasi,umiliati e sottomessi con la forza,ma facendo credere al popolo di essere stati  liberati.
Da allora la nostra nazione divenne una colonia dell'impero usuraio mondialista,e punto strategico per le operazioni militari  degli USA-Sion nel mediterraneo.
I vari burattini della politica che si sono avvicendati dal 46 in poi,vengono messi al potere  dall'elite,e solo a loro devono rispondere,ingannando il popolo,e dando l'illusione che ci sia una certa democrazia,che di per se è la rovina stessa della nazione;
questi vengono fatti salire al potere,tramite finanziamenti e una massiccia propaganda mediatica,media che sono di fatto,nella sua maggioranza mondiale in mano alla stessa elite,la politica non esiste,sono solo dei luridi vassalli,ultimi dei servi,scelti per servire i signori della finanza internazionale. 

Pasolini profetizzò gli orrori di oggi,poi venne ucciso









Io so.Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato "golpe" (e che in realtà è una serie di "golpe" istituitasi a sistema di protezione del potere).
Io so i nomi dei responsabili della strage di Milano del 12 dicembre 1969....


di Pier Paolo Pasolini






Nell’aprile di quest’anno il Vaticano, che aveva a suo tempo perseguitato Pasolini e ne aveva appoggiato una condanna per blasfemia, ha definito il suo capolavoro, “Il Vangelo secondo San Matteo”, «il miglior film mai realizzato su Gesù Cristo». Questa espressione della fede radicale di Pasolini dipinge Gesù come un rivoluzionario “Messia rosso”, secondo la dottrina francescana della santa povertà, che ha una parziale influenza sull’attuale pontefice Francesco. Ma l’attenzione ossessiva per la sua morte è meno spiegabile: nel 2010 l’ex sindaco di Roma e leader del Partito Democratico di centro-sinistra Walter Veltroni chiese che il caso venisse riaperto sulla base di un insieme di strane circostanze c

venerdì 5 settembre 2014

L'elite vuole distruggere la figura femminile,per disruggere la nostra civiltà











PREFAZIONE:

Come abbiamo già spiegato in precedenza,l'attacco che l'elite globalista sta portando avanti contro la nostra società e l'umanità stessa,riguarda non solo le future generazioni,ma la stessa sopravivenza dell'umanità come specie.
Per distruggere completamente una civiltà non basta solo attacarla,come sta avvenendo da secoli in modo subdolo e sotteraneo,ma se si vuole compiere una vera opera di sterminio è necessario colpire la figura portante che garantisce la continuità di una razza o di una specie,e questa è la donna.
Nelle antiche civiltà,al contrario di quanto si cerca di inculcare, la donna aveva un  grande ruolo,sopratutto se pensiamo che molte società erano matriarcali,e tutti sapevano che il femminino sacro,è l'asse portante di ogni cultura,ma sopratutto era colei che garantiva la continuità di una specie.
L'opera di degenerazione delle nostre donne,tramite diffusioni di messaggi distorti e fuorvianti dei media di regime,e della cultura pornografico-mercantile che si è generata,è volta a distruggere la donna nel suo principio divino,distruggere le nostre donne equivale a un attacco diretto alla nostra razza,alla nostra specie.
Quando vedrete questa massiva propaganda del nemico,contro le nostre donne,che ha totalizzato ogni strato della nostra debole società,state vedendo in atto la distruzione della nostra specie.

white wolf








La mia generazione come quella di qualsiasi persona nata dopo gli anni 80 non è stata cresciuta dai genitori, ma dai media. I nostri genitori, hanno subito un lavaggio del cervello dal  movimento liberal-femminista-ateo-estetico, sacrificandoci sull’altare della correttezza politica. Venne detto loro di non essere ‘oppressivi’ o ‘invadenti’ come successe ai loro genitori, concedendoci le nostre libertà e lasciandoci autonomia nella scelta del nostro personale cammino.

giovedì 4 settembre 2014

mercoledì 3 settembre 2014

RITI SCIAMANICI: La cerimonia del peyote tra i Nativi Americani












Fin dall’alba della civiltà la religione ha sempre ricoperto un ruolo molto importante nella vita dell’uomo.
Ha viaggiato di pari passo con la comparsa sul nostro pianeta delle prime creature appartenenti al genere umano, e si è moltiplicata nei suoi numerosi culti, servendo da scudo contro le forze del male. 

La religione ha fornito agli antichi guerrieri armi efficaci quanto incredibili per combattere le altre tribù, esercitando un influsso sinistro sul nemico. Nel 1870 la religione apparve tra gli indiani delle pianure in una forma fino ad allora sconosciuta chiamata “Peyotismo”, anche se già nel 1560 gli spagnoli giunti da poco in Messico scoprirono che i nativi si nutrivano di una “radice diabolica”.
Il peyote era al centro di un culto che si diffuse anche tra gli indiani del Sud e del Sudovest. I missionari si opposero al suo utilizzo e stigmatizzarono questo rito come diabolico e blasfemo, a causa delle allucinazioni provocate dalla droga che generavano le visioni, portando l’individuo in un regno spirituale al di là del mondo reale, in un paradiso insolito e surreale che nulla aveva a che fare con l’esistenza materiale.
 

Sembra che sotto l’effetto di questa droga i nativi riuscissero a stabilire un rapporto intimo e profondo con le forze spirituali.

Ragnarök il mito del "crepuscolo degli dei"











La fine dei tempi nella mitologia nordica



Il tema del crepuscolo degli dei, o Ragnarok, è chiaramente assimilabile al Kali-yuga, l'età oscura di cui parlano i testi sacri dell'antica India; inoltre non è molto lontano dal mito greco dell'età del ferro. Il concetto di crepuscolo degli dei indica in realtà il tramonto del divino e della trascendenza rispetto all'orizzonte umano. 

La metafora della luce del nord descrive una fonte spirituale ancor più vicina alla Tradizione primordiale e alle origini iperboree della civiltà. 

martedì 2 settembre 2014

IL MAGO NERO JOHN DEE, EDWARD KELLY E LA MAGIA ENOCHIANA









L'inglese John Dee visse durante il regno di Elisabetta I (1527-1608) e di lei fu confidente e consigliere personale. Fu tra i principali protagonisti del Rinascimento inglese. Ma non fu solo questo.

 


In effetti, Dee (o meglio il dottor Dee) incarnava lo spirito del vero uomo del rinascimentale dalla personalità poliedrica: astronomo, matematico, geografo, cartografo e scrittore; in una parola fu tra i principali protagonisti del Rinascimento inglese. In questa veste esercitò grande influenza, non solo sulla corte, ma su tutta la cultura britannica a lui contemporanea. È molto noto l'influsso che esercitò su diverse opere di W. Shakespeare e, in genere sui "romances" (si pensi al personaggio di Prospero). Si può dire che egli amò circondarsi di una straordinaria aria di mistero che assolutamente e coscientemente incrementò circondandosi di strani personaggi con i quali condivise altrettanto strani e misteriosi interessi: divenne così negromante evocatore di demoni e di defunti.




Unisex la creazione dell’uomo “senza identità”






Scopo del presente libro è quello di avvertire il lettore del pericolo che incombe su tutti coloro che sono sottoposti alla propaganda, palese ed occulta, della cosiddetta “ideologia di genere”.

Tale ideologia, di cui ci siamo già occupati sul fascicolo 2/2014 di questa stessa rivista dedicato a “La seconda Guerra fredda”, sotto il manto rassicurante del “rispetto” e della “libertà” mira a La creazione dell’uomo “senza identità”, come recita il sottotitolo di Unisex, di Enrica Perucchietti e Gianluca Marletta (Arianna Edizioni, Bologna 2014).
I lettori di una rivista di geopolitica, e a maggior ragione gli addetti ai lavori, non devono sottovalutare il peso del fattore ideologico nella competizione tra grandi potenze. Se infatti è chiaro a chiunque il ruolo svolto dalle ideologie otto-novecentesche come strumento per rinforzare il consenso interno e cooptare simpatie presso società nemiche da indebolire e sovvertire, forse non è altrettanto evidente come l’ideologia “gender” si situi in un consolidato e nutrito filone, pur tuttavia con delle sue peculiarità in linea con lo “spirito dei tempi”.







 

lunedì 1 settembre 2014

Capi e liberti,di Julius Evola













Quando gli indegni divennero i governanti del mondo,
il mondo stesso divenne un luogo indegno.

white wolf





Capi - esseri che spicchino non per violenza, non per oro, non per abilità di sfruttatori di schiavi, ma invece per irreducibili qualità di vita - non ve ne sono. 
[...]
La razza dei Signori se non è già scomparsa, vi tende, e tutto procede in un crescendo di livellamento precipitato verso la vita più materiale. Le cosiddette "classi superiori" o "dirigenti" di oggi non sono tali che per ironia: i grandi capi dell'organizzazione finanziaria mondiale così come i tecnici, gli industriali, i funzionari, ecc. non rappresentano nulla più che quei liberti, che i signori di un tempo delegavano alla razionale utilizzazione dei servi. Uno stesso giogo li accomuna alla immensa, sorda turba automatizzata degli operai, degli impiegati, e al di sopra di essa non hanno respiro: schiavi e liberti direttori di schiavi - e, al di sopra, nessuno - questa è la terribile verità dei "civilizzati"!

         Da Imperialismo Pagano di Julius Evola - 1928




 
Il libro Imperialismo Pagano di Julius Evola